Qui troverai ciò che vuoi:

sabato 22 dicembre 2012

Il vangelo di Nosferatu - James Becker

Il vangelo di Nosferatu - James Becker
Pagine: 356 (+10 di cenni storici)
Edizione: Newton Compton
Titolo originale: The Nosferatu scroll


TRAMA
Boemia, 1741. Sulle rive della Moldava, un nobildonna ungherese, Eleonora Amalia von Schwarzenberg, sta per ricevere l'estremo saluto. Ma per accertarsi che la defunta riposi in pace, il cuore le è stato strappato dal petto e la salma giace sotto un pesante strato di pietre. Per evitare che risorga dalla tomba in cerca di vittime...
Venezia, 2010. L'ispettore Chris Bronson e l'ex moglie Angela Lewis sono in vacanza a Venezia quando all'improvviso, durante una visita all'isola-cimitero di San Michele, assistono a una macabra scena: una tomba si è aperta, e al suo interno è visibile lo scheletro di una donna. Nella tomba è custodito anche un diario scritto in latino, le cui pagine contengono un riferimento a un misterioso manoscritto. Intanto la città viene sconvolta da una serie di terribili omicidi: alcune giovani donne sono state torturate e uccise secondo un oscuro rituale. Quando anche Angela scompare, la vacanza si trasforma in un incubo e Bronson si ritrova improvvisamente coinvolto in una frenetica caccia all'assassino. Sulla spettrale "isola dei morti", ripercorrerà le tracce di un'antichissima e letale cospirazione, che ha origini molto lontane, in un altro tempo e in un altro Paese...


RECENSIONE
Non sono molto appassionata di thriller storici, ho sempre paura delle lunghe e noiose descrizioni  che, a volte, li compongono. Questo, ha distrutto i miei pregiudizi.
Pur essendo un thriller, buona parte del libro permette una lettura non accanita o particolarmente veloce, in modo che, invece di tralasciare i dettagli per la fretta di scoprire cosa succederà in seguito, il lettore può gustarseli.
Le descrizioni sono frequenti ma non sono per niente noiose; parlano di miti e leggende molto coinvolgenti.
I capitoli sono molto brevi e raccontano in alternanza due o tre scene diverse fra loro, che si scopriranno essere profondamente legate. 
Verso la fine diventa sempre più intrigante e,devo ammetterlo, la mia lettura si è fatta più veloce e accanita. 
Non sapevo cosa aspettarmi, quindi il finale risulta misterioso e inaspettato. C'è solo un tratto nel comportamento di un protagonista, che mi sembrava un po' surreale, ma non sminuisce il valore del libro.
Anche i cenni storici aggiunti alla fine dall'autore sono molto interessanti.
Lo consiglio a tutti quelli che amano le atmosfere macabre e non si lasciano impressionare dalla crudità dei riti antichi, vi troverete catapultati tra tombe e cimiteri con Bronson e Angela, coraggiosi e intelligenti, a farvi da guida. 


VOTO: 8,5

2 commenti:

  1. ecco lo sapevo il mio intuito non sbagia mai sara il prossimo libro che comprerò

    RispondiElimina